Sequestrati più di 1500 reperti nei sobborghi del Cairo

Il Ministero delle Antichità ha reso noto che la polizia ha sequestrato 1524 reperti archeologici in un’abitazione a Zawiyat Abu Musallam, periferia del Cairo. Si tratterebbe del risultato di scavi illegali organizzati da bande armate, come testimonia il ritrovamento nella casa di proiettili da mitragliatrice. Tra le antichità confiscate, spiccano false porte in calcare, teste di statue di divinità di misure e materiali diversi e numerosi ushabti in faience.

Annunci
Categorie: traffico di antichità | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: