Assuan, scoperti 11 coccodrilli di 2000 anni

Source: nationalgeographic.com

Ci son due coccodrilli e un… Ah no, ce ne sono 11!

La missione spagnola a Qubbet el-Hawa diretta da Alejandro Jiménez Serrano (Universidad de Jaén) ha individuato i resti di ben 11 coccodrilli nell’area delle Tombe dei Nobili sulla sponda occidentale di Assuan. Il ritrovamento è stato effettuato sul bordo della collina, a 5 metri dall’ingresso della tomba di Shemai (QH34bb), fratello di uno dei più importanti governatori di Elefantina della XII dinastia.

La sepoltura, probabilmente risalente all’epoca romana, comprendeva le ossa scomposte di 10 rettili e il corpo perfettamente conservato di un grande coccodrillo dai denti di 4/5 cm. L’animale è stato mummificato e reca tracce di resina scura e pochi frammenti di bende di lino che sono state quasi completamente mangiate dalle termiti.

Gli archeologi non sanno ancora di preciso il perché di questo inusuale ritrovamento. Fino ad ora, infatti, era stato scoperta solo una mummia di cane che probabilmente era stata sepolta con il padrone. Questo tipo di deposizione, invece, è quasi sicuramente il segno della presenza nell’area di un luogo di culto di Sobek dove i fedeli lasciavano questo genere di ex-voto come nei più noti santuari dedicati al dio a Kom Ombo e nel Fayyum.

Ulteriori esami sui resti permetteranno di confermare la datazione, capire la causa di morte dei coccodrilli – e di conseguenza, l’eventualità di un uccisione deliberata – e verificare se quelli peggio conservati abbiano perso i tessuti molli prima o dopo la sepoltura.

Source: nationalgeographic.com

La scoperta è stata effettuata durante l’ultima campagna di scavo (ottobre-novembre 2019), ma è stata annunciata pochi giorni fa in concomitanza con il lancio di un documentario della National Geographic:

Categorie: scoperte | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “Assuan, scoperti 11 coccodrilli di 2000 anni

  1. Pingback: Un trattamento ginecologico di quasi 4000 anni | DJED MEDU

  2. Pingback: Un anno (il 7°) di Djed Medu: le scoperte archeologiche più importanti in Egitto del 2020 | DJED MEDU

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: