Articoli con tag: birra

(Ri)scoperto ad Abido un birrificio di 5000 anni

Source: Ministry of Tourism and Antiquities

La missione egiziano-americana diretta da Matthew Adams (New York University) e Deborah Fishak (Princeton University) ad Abido Nord ha individuato uno dei più antichi centri di produzione di birra su vasta scala in Egitto. In realtà, la struttura era stata scoperta già all’inizio del XX secolo, ma poi se ne sono perse le tracce a causa di una documentazione poco precisa. Ritrovata di nuovo nel 2018, nella scorsa stagione si è proceduto con lo scavo estensivo.

Il birrificio risalirebbe alla I dinastia, in partcolare al regno di Narmer a cui convenzionalmente si attribuisce l’unificazione dell’Egitto intorno al 3100 a.C. L’edificio è composto da 8 strutture seminterrate, lunghe 20 metri e larghe 2,5, ognuna delle quali è occupata da 40 vasche circolari in terracotta, disposte su due file. I contenitori hanno un diametro di 65-70 cm e una profondità di 70 cm e sono sostenuti da perni verticali in argilla disposti ad anelli. Qui la miscela di acqua e cereali veniva scaldata e fatta fermentare.

Gli archeologi americani hanno stimato che si potessero produrre fino a 22.400 litri di birra alla volta e hanno ipotizzato che una simile quantità di alcol sia da collegare in qualche modo a riti compiuti nella vicina necropoli reale, la più antica d’Egitto.

Il sito della missione: https://abydos.org/

Categorie: scoperte | Tag: , , | 1 commento

Scoperti due “birrifici” e una sepoltura di cane da caccia di 5000 anni

36630360_1841394595906182_3486164270570274816_n

Source: MoA

Tell el-Farkha (Ghazala), sito del Delta orientale a 120 km dal Cairo, gli archeologi egiziani hanno effettuato una serie di curiose scoperte risalenti al periodo predinastico. Sul versante occidentale della collina, infatti, sono stati individuati i resti ossei di un cane di oltre 5000 anni (foto in alto), un levriero utilizzato dalle classi elitarie nella caccia alle gazzelle. Sempre risalente al periodo Naqada III (3200-3000 a.C.), una tomba con il defunto deposto in posizione fetale in una camera unica in mattoni crudi (foto in basso), accompagnato da alcuni oggetti del corredo come vasi in alabastro o ceramica. Queste due sepolture sono le prime ad essere state ritrovate nell’area.

36713704_1841394692572839_2829158003700137984_n

Source: MoA

Questa novità è stata seguita poi da una conferma dei risultati della missione polacca che lavora nel sito dal 1998. Il villaggio predinastico, individuato nel 1987 dalla missione del Centro Studi Ricerche Ligabue di Venezia, presentava già 5 centri di produzione della birra scavati dal team dell’Istituto di Archeologia della Uniwersytet Jagielloński di Cracovia, a cui si aggiungono ora due nuovi “birrifici” riconoscibili da silos per i cereali, utensili in pietra come macine e coltelli e i classici contenitori in ceramica utilizzati per la bevanda alcolica. Questi edifici, più altri di cui si conservano le fondazioni, furono sfruttati in un lungo periodo che va da Naqada II (3600 a.C.) alla I dinastia almeno.

Categorie: scoperte | Tag: , , , , | Lascia un commento

Scoperta a Tel Aviv ceramica egizia da birra di 5000 anni

596159601001095640360no (1)

Source: timesofisrael.com

A Tel Aviv (Israele), durante scavi per la fondazione di un palazzo, sono stati individuati 17 pozzi per la conservazione di derrate alimentari che risalgono all’Antico Bronzo I (3500-3000 a.C.). Tra le migliaia di frammenti di ceramica locale, sono stati scoperti anche alcuni pezzi che apparterrebbero a larghi contenitori egiziani per la produzione della birra, riconoscibili dall’uso della paglia nell’impasto. Secondo Diego Barkan, direttore della missione dell’Israeli Antiquities Authority (IAA), questo tipo di ritrovamento era stato fatto solo in un edificio amministrativo nel moshav di Ein Habesor (nord del deserto del Negev) e, quindi, sarebbe l’attestazione più a nord di un insediamento egizio dell’epoca. A mio avviso, però, si tratta di un’affermazione un po’ azzardata perché non basta la presenza di cultura materiale per parlare di colonie straniere. Questi bacini potrebbero essere arrivati a Tel Aviv tramite scambi commerciali, così come, in Egitto, già nel periodo Protodinastico, è attestato vino dalla Palestina e dalla Siria.

http://www.timesofisrael.com/ancient-egyptian-brewery-found-in-downtown-tel-aviv/

Categorie: scoperte | Tag: , , , , , | 1 commento

Blog su WordPress.com.