Articoli con tag: ieratico

Scoperti 13.000 ostraka iscritti ad Athribis

Source: Ministry of Tourism and Antiquities

La missione egiziano-tedesca a Sheikh Hamad, nella provincia di Sohag, ha scoperto un’enorme mole di ostraka iscritti. Gli oltre 13.000 frammenti di ceramica erano semplici supporti su cui scrivere testi amministrativi, transizioni economiche, come acquisti di pane o grano, e liste di nomi di persone e familiari in geroglifico, ieratico, demotico, greco, copto e arabo. I documenti coprono quindi tutte le fasi dell’antica città di Athribis, cioè quelle tolemaica, romana, copta e islamica (dal II sec. a.C. al IX d.C.). Secondo Christian Leitz, direttore della parte tedesca della missione, alcuni degli ostraka recherebbero esercizi di una scuola per l’insegnamento di geroglifico, ieratico, demotico e greco.

Categorie: scoperte | Tag: , , , , , , | 1 commento

L’Università di Pisa propone due summer school di Egittologia

wp-1484927636443

Segnalo due ottime occasione rivolte agli studenti che vogliano approfondire diversi aspetti dello studio dell’Egittologia durante la pausa delle lezioni universitarie. Quest’estate, l’Università di Pisa organizza ben due summer school, una di filologia e l’altra di museologia.

La prima Summer School, ormai giunta alla sua terza edizione, è dedicata allo ieratico. Dal 23 al 28 luglio, insegnanti dell’ateneo e altri docenti stranieri daranno lezioni sulla grammatica del medio-egizio (2000-1500 a.C.) e sulla forma di scrittura ‘corsiva’ che difficilmente si trova nei piani di studio universitari italiani. Per questo, “Reading Middle Egyptian Hieratic” risulta una rara possibilità per imparare a leggere e studiare i documenti della quotidianità del Medio Regno.

Per maggiori info: https://hieraticsummerschoolunipi.wordpress.com

immagine def

 

L’altra proposta è organizzata in collaborazione con il Museo Egizio di Torino e si terrà proprio nei locali dell’istituzione piemontese dal 6 al 13 settembre. “Egyptologists as museum curators: an immersive training”  toccherà tutte quelle tematiche relative allo studio dei reperti e alla loro esposizione in un museo. Le lezioni verranno impartite dalla prof.ssa Marilina Betrò, dal dr. Gianluca Miniaci (Università di Pisa), dal direttore Christian Greco e dagli altri curatori dell’Egizio.

Per maggiori info: https://egyptologistsascurators.wordpress.com/

Categorie: università | Tag: , , , | Lascia un commento

Identificato il più antico “abbecedario” conosciuto

Un ostrakon egizio del XV secolo a.C. sarebbe il più antico esempio di “abbecedario” conosciuto finora. Ad affermarlo è Ben Haring (Universiteit Leiden) che ha decifrato lo strano testo in ieratico dipinto con inchiostro nero sui due lati di una scaglia di calcare. L’oggetto, di 9 x 8,5 cm, era stato scoperto nel 1992 dalla missione diretta da Nigel Studwick (University of Cambridge) a Tebe Ovest, nella tomba di Senneferi (TT99), ministro del Tesoro sotto Thutmosi III (1457-1424).

La lingua egizia, ovviamente, non è alfabetica come la nostra, ma sembra che l’ostrakon presenti comunque una lista di parole ordinata per il rispettivo primo suono, posizionato sulla colonna di sinistra. Non abbiamo quindi la successione A-B-C (’alef-beth-gimel) ma il sistema “Halaḥam” (HLḤM), tipico di Egitto, Sud Arabia ed Etiopia.

Lo studio è stato pubblicato sull’ultimo numero del Journal of Near Eastern Studies: “Halaḥam on an Ostracon of the Early New Kingdom?”

Categorie: pubblicazioni | Tag: , , , | Lascia un commento

Al via il primo database dei caratteri ieratici e geroglifici corsivi

Book_of_the_Dead_of_Hunefer_sheet_8

Particolare del Libro dei Morti di HuneferBritish Museum

I governi statale e federale della Germania elargiranno un corposo finanziamento per un ambizioso progetto a lungo termine che riguarderà due tipologie di scrittura dell’antico Egitto. La Prof.ssa Ursula Verhoeven (Johannes Gutenberg-Universität Mainz) dirigerà un lavoro ciclopico che consisterà nell’inventario di tutti i caratteri ieratici e geroglifici corsivi (come nell’immagine. Familiare, no?) dal 2700 a.C. al 300 d.C. L’obiettivo principale di “Ancient Egyptian Cursive Scripts: Digital Paleography and Systematic Analysis of Hieratic and Cursive Hieroglyphs” sarà la creazione di un database di paleografia digitale accessibile a tutti gli studiosi del campo e per cui si possa creare una collaborazione internazionale. Infatti, ancora non esiste un inventario sistematico e il testo di riferimento per lo ieratico, ad esempio, “Hieratische Paläographie” di Georg Möller, risale al 1909, pur essendo stato integrato da ricerche più recenti. Per il resto, il progetto non si limiterà a raccogliere fonti, ma riporterà uno studio accurato sull’origine, la nascita, l’evoluzione, la diffusione regionale, i probabili autori di ogni carattere. Il lavoro durerà 23 anni e ogni 12 mesi saranno forniti 265.000 €, per un totale, quindi, di quasi 61 milioni di euro (come in Italia, eh…).

http://www.uni-mainz.de/presse/17777_ENG_HTML.php

 

Categorie: web/nuove tecnologie | Tag: , , , , | 1 commento

Summer School di egittologia presso l’Università di Pisa

Immagine

 

Quest’estate, gli studenti di egittologia, italiani e non, potranno usufruire di un valido strumento per accrescere la loro conoscenza del Medio Egiziano. L’Università di Pisa ha organizzato “Ancient Egyptian Writings in Context”, summer school che si terrà tra il 7 e il 15 luglio, incentrata sull’approfondimento della lingua egiziana classica, geroglifico e ieratico, direttamente su documenti originali, anche grazie alle visite presso i musei egizi di Firenze e Torino.

Gli insegnanti saranno: la Prof.ssa Marilina Betrò (Università di Pisa), il Prof. Stephen Quirke, i Dott.ri Wolfram Grajetzki e Gianluca Miniaci (University College London) e il Dott. Christian Greco (Dir. Museo Egizio di Torino). La partecipazione garantirà 6 ECTS (European Credit Transfer System), corrispondenti a 6 CFU.

Per maggiori informazioni: http://summerschoolegyptunipi.wordpress.com/

 

 

Categorie: università | Tag: , , , , | Lascia un commento

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.