Articoli con tag: III Periodo Intermedio

Aperta la camera funeraria della piramide di Dashur: trovata la cassa per gli organi del defunto

18342143_1410685488977097_8992884269851542251_n

Source: MoA

Proprio stamattina era arrivata la risposta ufficiale del Ministero delle Antichità a quanti, nell’ultimo mese, avevano messo in dubbio l’effettiva ‘originalità’ della scoperta a Dashur di una nuova piramide. La missione egiziana diretta da Adel Okasha aveva individuato nel monumento funerario il cartiglio di Ameny Qemau, faraone della XIII dinastia che regnò intorno al 1790 a.C.; per questo, in molti avevano pensato che la piramide fosse la stessa che era stata ritrovata nel 1957.

A quanto pare, invece, si tratta effettivamente di una piramide diversa, lontana 600 metri da quella già nota, e probabilmente appartenente a un’altra persona. Sollevando il pesante blocco di copertura (immagine in basso), gli archeologi sono riusciti ad accedere alla camera funeraria dove si trovava ancora la cassa lignea (foto in alto) in cui erano riposti gli organi interni del defunto (fegato, polmoni, intestini e stomaco). Come era prassi per il II Periodo Intermedio, non erano utilizzati i vasi canopi, ma le viscere erano trattate, ricoperte da bende – che, in questo caso, si sono conservate – e riposte in questi contenitori. Sulle pareti esterne della scatola, una linea di geroglifici su tre lati presenta formule protettive per quello che, a questo punto, è il vero proprietario della piramide, cioè la figlia di Ameny Qemau o un altro membro della famiglia reale. Non è stato specificato il nome, ma, come ha fatto notare Alexander Ilin-Tomich (Johannes Gutenberg-Universität Mainz) su EEF, dovrebbe essere la “Figlia del re” Hatshepsut, già nota da altri due oggetti della XIII dinastia. Nella stanza c’era anche il sarcofago antropoide che, tuttavia, è in pessimo stato di conservazione.

18423816_1410685775643735_5636459032680859357_n

Source: MoA

Annunci
Categorie: scoperte | Tag: , , , | Lascia un commento

Ramesseum, scoperta tomba di Divina Adoratrice di Amon

image

Source: Luxor Times Magazine

Gli archeologi della Mission Archéologique Française de Thèbes-Ouest che scavano presso il Ramesseum (tempio funerario di Ramesse II a Tebe Ovest) hanno scoperto la tomba di una certa Karomama. La sepoltura consiste in un pozzo di 5 metri e in una camera funeraria ancora parzialmente chiusa da una porta di pietra. Lo scarno corredo rimasto, però, presenta anche 20 ushabti che hanno fornito il nome della defunta e che, soprattutto, hanno stabilito l’importanza del ritrovamento. Sulle statuette in faience, infatti, è riportato anche il titolo diDivina Adoratrice di Amon” che era accostato alle spose reali e che, soprattutto durante il III Periodo Intermedio, ebbe un ruolo politico fondamentale. Il team francese ora sta cercando di stabilire quale faraone fosse il marito di Karomama, mentre Youssef Khalifa, capo della sezione Antichità Egizie dell’MSA, ha affermato che potrebbe risalire al periodo ramesside.

In realtà, siamo già a conoscenza di una Divina Adoratrice con questo nome, di cui, però, abbiamo pochissime altre informazioni. Si tratta di Karomama I, sposa di Osorkon II (XXII din., 872-837). Che sia proprio lei?

Aggiornamento (13 dicembre):

Come volevasi dimostrare. La tomba trovata nei pressi del Ramesseum appartiene proprio alla Karomama di XXII dinastia.

http://www.mafto.fr/2014/12/reecouverte-de-la-tombe-de-karomama-au-ramesseum/

Categorie: scoperte | Tag: , , , , , , , | 1 commento

Ufficializzata la scoperta di una tomba del III P.I. a Qubbet el-Hawa

10347808_732980753414244_6101244161603462644_nIl Ministero delle Antichità ha finalmente annunciato ufficialmente una scoperta che avevo già riportato lo scorso 1 marzo. La missione spagnola a Qubbet el-Hawa (sud di Assuan) diretta da Alejandro Jiménez, infatti, aveva rotto il solito protocollo anticipando le autorità egiziane con una nota sul diario di scavo on-line. Si tratta di una serie di sepolture di III Periodo Intermedio (650-525 a.C. circa) nel complesso sepolcrale di Medio Regno QH33. Nella nuova camera funeraria, sono stati individuati 9 sarcofagi lignei  con le relative mummie appartenenti a governatori locali. Ulteriori dati verranno rilasciati il prossimo 6 giugno a Madrid durante una conferenza dal titolo “Sexta campaña de excavaciones en el recinto funerario de dos gobernadores de finales de la dinastía XII (QH33)”.

www.ujaen.es/investiga/qubbetelhawa/

 

Categorie: rapporti di scavo | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Blog su WordPress.com.