Articoli con tag: Museum of Fine Arts Boston

L’Egizio di Torino negli USA

 

Ieri, si è conclusa l’ultima missione all’estero del Dott. Christian Greco. No, nessuna campagna in Egitto, ma un giro tra le maggiori istituzioni museali statunitensi per presentare il lavoro compiuto in questo anno per il nuovo Museo Egizio di Torino. Il direttore, in una settimana fitta di incontri, ha illustrato a New York, Boston e Washington il progetto scientifico che ha rivoluzionato l’allestimento grazie a una particolare attenzione per i contesti di ritrovamento degli oggetti e le loro relazioni, allo studio dei documenti di scavo originali e alla riunificazione dei corredi funerari. Il programma è stato il seguente: 12 novembre al Metropolitan Museum of Art con la conferenza “1824- 2015: Museo Egizio. New Connections and Archaeological Contextualization”; 13 novembre, “The New Museo Egizio: Research Guidelines” presso l’Egyptological Seminar of New York; 16 novembre al Museum of Fine Arts di Boston; infine, il 17 novembre, ancora la prima conferenza ma allo Smithsonian di Washington DC.

Categorie: convegni/conferenze | Tag: , , , , | Lascia un commento

Giza, Riaperte al pubblico due mastabe restaurate di Antico Regno

11159447_366061366932347_3859937248664527128_n

Source: MSA

La settimana scorsa, presso la necropoli occidentale di Giza (Cimitero G 6000), il ministro El-Damaty ha inaugurato la riapertura di due tombe di V dinastia chiuse dal 2007 per restauro. I lavori, però, erano iniziati solo nel 2010 e si erano subito bloccati a causa della rivoluzione del 2011, per poi essere ripresi sei mesi fa. Le mastabe appartengono a due funzionari del regno di Niuserra (2460-2430): Iymery“Sacerdote del culto di Cheope”, e suo figlio Nefer-Bau-Ptah. La prima tomba (G 6020) è costruita in blocchi di calcare e al suo interno presenta pitture con scene di agricoltura, allevamento e artigianato (falegnami, scultori, orafi. Vedi immagine in basso). La seconda (G 6010), invece, è caratterizzata da una statua a grandezza naturale del defunto scavata nella roccia (vedi a sinistra).

Per maggiori informazioni sulle due mastabe, consiglio di consultare le ampiamente esaustive schede del “The Giza Archives”, progetto del Museum of Fine Arts di Boston che mette a disposizione tutta la documentazione possibile riguardante l’area archeologica di Giza: Iymery e Nefer-Bau-Ptah.

Imery-071208-026-700x500

Source: drhawass.com (@Sandro Vannini)

Categorie: siti archeologici | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Blog su WordPress.com.